I social network rappresentano oggi un elemento fondamentale per comunicare, informarsi e diffondere notizie. Ognuno di noi, aziende di qualsiasi dimensione, grandi gruppi nazionali e globali entrano in contatto direttamente e in tempo reale con le loro community di follower attraverso Facebook, Instagram, LinkedIn, YouTube…

Anche per me, impegnato nella carriera di trustee professionale che porto avanti ormai da oltre un decennio dividendomi tra Milano, la città nella quale vivo,Lussemburgo e Londra, è giunto il momento di intensificare la presenza sui principali canali digitali. Un modo per mantenerci aggiornati quotidianamente, per approfondire alcune tematiche tecniche, per interagire e presentarvi gli appuntamenti che mi vedranno impegnato nel prossimo futuro. È su questi media moderni che vi parlerò anche del mio libro “Il trust per tutti”, pubblicato da Egea, la casa editrice della prestigiosa Università Bocconi e che sarà disponibile a partire dal prossimo 29 maggio in copie cartacee e in formato ebook nelle librerie e sui più importanti store online. Un volume rivolto a imprenditori e ai professionisti, per le sfide e i rischi che corrono quotidianamente, alle famiglie che desiderano preservare asset e concordia nel tempo, agli studenti di materie economiche e giuridiche, ai commercialisti, ai legali e ai consulenti finanziari che a loro volta assistono clienti e possono avvicinare uno strumento che è, solo apparentemente, ancora poco diffuso in Italia.

“Il trustee entra nelle famiglie, si prende cura dei beni ma anche degli affetti, con la terzietà che gli consente scelte coraggiose”

Lo avrete capito, l’attenzione sarà concentrata soprattutto sull’ambito di cui mi occupo, ma non mancheranno post dedicati a tutto ciò che circonda il mio mondo, compreso il Premio Parete, il riconoscimento che ho fondato e di cui sono vicepresidente dell’autorevole Comitato scientifico, che ricorda mio padre Ermando: finanziere abruzzese, superstite del campo di sterminio nazista di Dachau, è stato un divulgatore instancabile della Memoria della Shoah portando la sua preziosa testimonianza in tantissime scuole di tutta Italia.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.